This event has ended

STAR WIGS, "The Italian hands create"

Embassy of Italy

Tuesday, April 30, 2013 from 6:00 PM to 8:30 PM (PDT)

Washington, DC

STAR WIGS, "The Italian hands create"

Ticket Information

Type End     Quantity
STAR WIGS ITALIA Ended Free  

Who's Going

Loading your connections...

Share STAR WIGS, "The Italian hands create"

Event Details

On the occasion of the 2013 Year of Italian Culture in the United States, Dress in Dreams by Elisabetta Cantone and Francesca Silvestri presents: Star Wigs La Mano Italiana Crea as a tribute to one of the most important Italian cultural and historical heritage expressions which is not well known neither abroad nor in Italy: the creation of a character for the film industry.

By creating wigs and theatrical costumes, such as those in Casanova, Gattopardo or Marie Antoinette, the Laboratory Rocchetti & Rocchetti and important Costume Maison, Farani, Peruzzi and The One, with their skilled artisans who work away from the spotlights represent the excellence of Italian Art.

The exhibition features original costumes and accesories of some of the best italian productions of the film industry such as Sofia Coppola’s Marie Antoniette, Fellini’s Casanova, Visconti’s Angelica, Jane Fonda’s Barbarella, Nicole Kidman’s Moulin Rouge, and Elizabeth Taylor’s Cleopatra, among others.

Special Guest: Laura Delli Colli (journalist and writer, author of several cinema books) who will present the documentary “Handmade Cinema”. The first short movie with interviews to the main protagonists of the Italian film industry. Produced by Enourmous Film of Luchino Visconti di Modrone and directed by Guido Torlonia and Laura Delli Colli.

Have questions about STAR WIGS, "The Italian hands create"? Contact Embassy of Italy

When & Where



Embassy of Italy
3000 Whitehaven Street Northwest
Washington, DC 20008

Tuesday, April 30, 2013 from 6:00 PM to 8:30 PM (PDT)


  Add to my calendar
  News and Updates
Saturday, April 27, 2013 - 1:23 PM

 

  • Corriere della Sera

La mostra

Marie Antoinette nelle mani italiane

Cinecittà & Hollywood I costumi utilizzati nel film di Sofia Coppola,

gli abiti del «Gattopardo» e di «Casanova»

 

 

Mani invisibili che creano ricami preziosi e parrucche storiche. Mani delicatissime che con pazienza certosina sanno cucire costumi da Oscar, come quelli di «Marie Antoinette» e del «Casanova» di Federico Fellini. Sono mani italiane, che da Cinecittà a Hollywood continuano a rendere internazionale la professionalità del cinema italiano: a loro rende omaggio «Star Wigs: La Mano Italiana Crea», una mostra in programma nella hall dell'ambasciata italiana a Washington dal 30 aprile al 6 maggio. Per l'inaugurazione un cocktail con 300 invitati alla presenza dell'ambasciatore italiano Carlo Bisogniero. Ed ecco in mostra, su pedane argento e oro i costumi, i bustier, le vestaglie e camicie da notte indossati da Kristen Dunst in «Marie Antoinette» di Sofia Coppola (foto), che hanno fatto conquistare il terzo Oscar a Milena Canonero. Ecco, l'abito bianco creato da Piero Tosi e indossato da Claudia Cardinale nel ruolo di Angelica nel capolavoro di Luchino Visconti, «Il Gattopardo». De «Il Gattopardo» anche il frac, completo di camicia e jabot indossato da Burt Lancaster nelle vesti del principe di Salina e quello nero da sera di Rina Morelli nel ruolo di sua moglie. In un altro set, Donald Sutherland, Casanova felliniano in costume grigio piombo in seta lucente (Oscar a Danilo Donati) strizza l'occhio alle dame fasciate di raso azzurro polvere, beige e nero. Su basi create per l'occasione dagli Studenti del Corcoran College of Art and Designer di Washington ecco le parrucche e acconciature della Rocchetti&Rocchetti: dalle caste roselline bianche che incorniciano lo chignon di Angelica a quelle ammiccanti di Nicole Kidman e delle ballerine di «Moulin Rouge!» Dalla lunga chioma biondo cenere di Anita Ekberg ne «La Dolce Vita» al casco d'oro di «Cleopatra». Mentre le settecentesche teste del «Casanova» firmato da Federico Fellini e quello più recente di Lasse Hallstrom interpretato da Heath Ledger, troneggiano su volti ricoperti di cristalli: teste d'artista create dall'italo-persiano Howtan Re.A Washington arriva dall'Italia anche «Handmade Cinema», un documentario prodotto dalla Enormous Film di Luchino Visconti di Modrone e realizzato da Guido Torlonia e Laura Delli Colli. E sarà proprio Laura Delli Colli, presidente dei giornalisti cinematografici italiani, a presentarlo nell'Auditorium dell'Ambasciata. Ideata e curata da Dress in Dreams by Elisabetta Cantone e Francesca Silvestri, la mostra-evento è uno degli appuntamenti ufficiali promossi dal ministero degli Affari Esteri per l'Anno della Cultura Italiana negli Usa.RIPRODUZIONE RISERVATA

Garrone Lilli

 

Pagina 16
(26 aprile 2013) - Corriere della Sera

Saturday, April 27, 2013 - 1:22 PM

 

Messaggero logo
Cultura
 
                         
 
 

«Star Wigs: la mano italiana crea»:  in mostra a Washington le opere d'arte degli artigiani del cinema

Idata da "Dress in Dreams", dal 30 aprile al 6 maggio presso l’ambasciata italiana: è uno  degli appuntamenti promossi dal ministero degli Esteri per l’Anno della cultura italiana negli Stati Uniti.

di Anna Franco
     

Le chiamavano semplicemente maestranze ma da maestri hanno scritto la storia del cinema. Silenziosamente, a testa china su stoffe, ricami, uncinetti e intrecci di pelle, sotto una luce che li aiutasse a non perdere di vista alcun dettaglio, ma decisamente lontano dai fari dei riflettori e dai flash.
Sono gli artigiani del cinema: costumisti, sarti, truccatori, che agiscono dietro le quinte e permettono a un attore di diventare personaggio e a una pellicola di durare in eterno entrando nell’immaginario collettivo. È a loro che è dedicata la mostra «Star Wigs: la mano italiana crea». L’esposizione, ideata e realizzata da Dress in Dreams di Elisabetta Cantone e Francesca Silvestri, sarà allestita dal 30 aprile al 6 maggio presso l’ambasciata italiana a Washington e si inserisce tra gli appuntamenti ufficiali promossi dal ministero degli Affari Esteri per l’Anno della cultura italiana negli Stati Uniti. «Abbiamo ritenuto fosse importante – sottolinea Elisabetta Cantone – e doveroso omaggiare i mestieri del cinema. E tutti quelli artisti che col loro lavoro da Cinecittà a Hollywood rendono grande un film e consentono a un attore di calarsi perfettamente nel personaggio».

I CAPOLAVORI
Così nell’imponente hall dell’ambasciata e nelle sue balconate superiori echeggeranno le note del valzer de Il Gattopardo grazie ai pizzi, che richiesero tre settimane di lavoro, dell’abito indossato al ballo da Angelica, interpretata da Claudia Cardinale, a quello di Rina Morelli, moglie del principe di Salina, e al frac di Burt Lancaster, disegnati da Piero Tosi, realizzati dalla Safas e ora appartenenti alla collezione della Costumi d’arte Peruzzi. Tra i colonnati volteggeranno le mise e i bustier dell’ultima regina di Francia, Marie Antoinette, disegnati da Milena Canonero per il film di Sofia Coppola, che vinse proprio l’Oscar per i costumi. Gli abiti, indossati da Kristen Dunst e realizzati dalla GP11 e ora appartenenti alla collezione della The One, dimostrano che cura d’arte per pieghe e rouche sia anche nei sottogonna e nei dettagli. Si riferiscono allo stesso periodo storico e sono disegnati sempre da Milena Canonero e appartenenti alla The One anche i costumi indossati ne L’intrigo della collana da Hilary Swank e Joely Richardson.

Dal Casanova di Federico Fellini provengono, invece, gli abiti delle dame e quelli indossati da Donald Sutherland, realizzati con perizia dalla sartoria Farani che proporrà i futuristici di Barbarella per Jane Fonda, mentre la regalità austera e sensuale di Cleopatra interpretata dall’indimenticabile Liz Taylor irromperà con una tunica verde ricamata in oro e una viola ricamata in bronzo, realizzati da Peruzzi.

QUESTIONE DI TESTA
Oltre a organze e chiffon, protagoniste saranno anche le parrucche, opere d’arte uniche create tutte dalle mani esperte del team Rocchetti & Rocchetti e che saranno allestite su basi create dagli studenti del Corcon College of Art and Designer di Washington. «I nostri prodotti sono come un abito di alta moda – racconta il premio Oscar Manlio Rocchetti, a capo dello storico laboratorio romano fondato nel 1874 e capitanato da donna Fernanda che a 90 anni è ancora il deus ex machina - Vanno prese le misure del giro testa, della fronte, delle tempie, del collo e tra le orecchie e poi si crea un modello in gesso.

I capelli vengono tessuti sul tulle con un uncinetto a uno a uno, in prospettiva della pettinatura». Un lavoro appassionato che richiede almeno cinque giorni per ogni creazione e che è ben rappresentato nella mostra dalla frangia nera intrecciata d’oro di Cleopatra, dallo chignon guarnito di roselline bianche di Angelica de Il Gattopardo, dai riccioli della Kidman e delle ballerine di Moulin Rouge!, dalle volute di Casanova e dalle strutture per Marie Antoinette, con tanto di piume e uccellini.

L’evento della mostra, che gode del patrocinio dell’Ambasciata italiana, della Camera di Commercio di Roma, di Roma Capitale, della Regione Lazio e di Finmeccanica North America, si aprirà alla presenza dell’ambasciatore Claudio Bisognero, dell’addetto culturale Renato Miracco e del Console Cristiano Maggipinto. In programma anche un importante documentario, Handmade Cinema (prodotto dall’Enourmous Film di Luchino Visconti di Mondragone), che sarà presentato all'ambasciata italiana da Laura Delli Colli, realizzatrice del documentario insieme a Guido Torlonia. In mostra anche gli originali ricollage di Brivido Pop e le teste che riproducono Maria Antonietta e Cleopatra firmate dall’artista italo-persiano Howtan Re.

 

 

 

 

 

Saturday, April 27, 2013 - 1:19 PM


THE EXAMINER

Yeas and Nays

Wig exhibit headed to Italian Embassy

April 23, 2013 | 7:09 pm
 

Alicia M. Cohn

Examiner Staff Writer

Photo - Courtesy photo
Courtesy photo

Iconic wigs once worn by stars in movies and onstage are headed to the District for a week-long exhibit at the Italian Embassy. The display turns 20 fake heads of hair -- including wigs, and some costumes, worn in Sofia Coppola's "Marie Antoinette," the 1963 Elizabeth Taylor film "Cleopatra," and Baz Luhrmann's "Moulin Rouge!" -- into headliners, but the exhibit aims to turn Italian craftsmanship into the real star.

"Star Wigs" is just one of some 200 events in more than 50 U.S. cities planned for the "Year of Italian Culture" sponsored by the Italian Ministry of Foreign Affairs. According to the embassy's press release, the wigs handcrafted by small Italian firm Rocchetti & Rocchetti are so unique they are essentially characters in the movies for which they were made.

Please log in or sign up

In order to purchase these tickets in installments, you'll need an Eventbrite account. Log in or sign up for a free account to continue.