La Psicanalisi come Arte Liberale. Etica diritto e formazione.

Pannello azioni

La Psicanalisi come Arte Liberale. Etica diritto e formazione.

La psicanalisi è una pratica formativa introspettiva. Ridurla a mero atto sanitario vuol dire non riconoscerne la portata etica.

Quando e dove

Data e ora

Località

Sala Anziani di Palazzo Moroni 6 Via VIII Febbraio 35122 Padova Italy

Mappa e indicazioni

Come arrivare

Informazioni sull'evento

Sigmund Freud inventò un metodo di cura delle nevrosi, attraverso l’analisi dei sogni, dei lapsus e degli atti

mancati come manifestazioni dell’inconscio. Jacques Lacan, successivamente, mise in rilievo come l’analisi

proceda grazie al desiderio e agli atti che compie chi si fa supporto della funzione di analista.

Tuttavia la psicanalisi non è finalizzata alla risoluzione del sintomo, ma è una pratica formativa, che

conduce l’analizzante ad acquisire la capacità di agire.

L’assimilazione della psicanalisi alle psicoterapie ha prodotto un graduale smarrimento delle coordinate

logiche ed etiche specifiche della psicanalisi, determinando una riduzione progressiva dell’incidenza

culturale del discorso analitico nella società.

La questione essenziale che la psicanalisi pone oggi riguarda il pensiero intorno alla formazione individuale,

intesa come possibilità, per la soggettività contemporanea, di accedere alla dimensione dell’atto. Per

questa ragione, il registro su cui si muove la psicanalisi attuale è politico. Ridurre la psicanalisi a pratica

sanitaria vuol dire non volerne riconoscere la portata etica.

La psicanalisi è sempre stata considerata una pratica di liberazione: dalle inibizioni, dall’angoscia, dal

sintomo, dai pregiudizi sessuali, dalle identificazioni, dalle chiusure ideologiche. Che cosa rimane a noi di

questa tradizione? Il desiderio di affermare che la psicanalisi, coerentemente con i principi che le sono

propri, è una pratica in grado di aprire spazi di libertà, ma solo se riesce a salvaguardare la propria

autonomia contro ogni tentativo di farne altro da ciò che è.

PROGRAMMA

Sabato 22 Ottobre 2022

  • 9.00 Registrazione dei partecipanti
  • 9.30 Saluti delle autorità • Sergio Giordani, Sindaco di Padova • Leo Ercolin, Esecutivo delle Associazioni del Comune di Padova
  • 09.45 Finizia Scivittaro, Da Spazio 0 alla Comunità Internazionale di Psicanalisi: ripensare il legame sociale tra gli analisti
  • 10.00 Federico Zanon, Al limite della legge

PRIMA SESSIONE. Articolo 33: “L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento”

Presiede Finizia Scivittaro, Modera Christine Dal Bon

  • 10.15 Franco Quesito, Per una psicoanalisi del terzo millennio
  • 10.30 Chiara Italiani, Profili giuridici della figura professionale e dell’attività di psicoanalista
  • 10.45 Piero Feliciotti, Fatta la legge…
  • 11.00 Dibattito
  • 11.25 Coffee break
  • 11.40 Dolòres Frau-Fréot, La psicanalisi può essere solo esule
  • 12.00 Salvatore Pace, La sinonimia impossibile. Eufemismo e filiazione discorsiva: lo iato perpetuo della psicoanalisi
  • 12.15 Davide Natta, Formarsi all’atto. L’analisi come introduzione all’etica
  • 12.30 Dibattito
  • 13.00 Pausa pranzo

PRIMA SESSIONE. Continuazione

Presiede Grazia Giacomazzi, Modera Simone Berti

  • 14.30 Jacques Nassif, Talking Cure or Chimney Sweeping
  • 15.00 Gabriele Dalla Barba, Soglie di libertà e limite dello psicoanalista. Sull’inconciliabilità tra finalità sanitaria e metodo psicoanalitico
  • 15.15 Moreno Manghi, La falsatura della psicanalisi
  • 15.30 Coffee Break

SECONDA SESSIONE. Tavola rotonda. La tecnica analitica e la formazione degli analisti

Presiede Grazia Giacomazzi, Modera Simone Berti

  • 15.45 Ingrid Iencinella, Lo psicoanalizzato in istituzione: formarsi alla desoggettivazione
  • 16.00 Silvia Pilati, La pratica dell’associazione libera come esercizio spirituale
  • 16.15 Loris Presepi e Andrea De Leo, Tutto ciò che viene in mente…
  • 16.30 Gerolamo Sirena, La psicoanalisi rivela, non rivoluziona
  • 16.45 Vania Ori e Christine Dal Bon, “Uno sguardo umano libero”
  • 17.00 Marisa Galbussera, La psicoanalisi oggi, modificazioni del setting e della psicopatologia
  • 17.45 Dibattito

Domenica 23 Ottobre 2022

TERZA SESSIONE. Dalla psicanalisi al diritto.

Presiede Vania Ori, Modera Moreno Manghi

  • 9.30 Alberto Zino, Strada facendo
  • 9.45 Luca Lupo, “Diskussionen” 1927. Le prime reazioni del mondo psicoanalitico alla pubblicazione della “Questione dell’analisi laica”
  • 10.00 Bernard Brémond, Una psicoterapia laica
  • 10.30 Dibattito
  • 11.00 Coffee break
  • 11.15 Simone Berti, Il clamore di una pretesa umanità
  • 11.30 Franco Lolli, La formazione umana dell’analista
  • 11.45 Ettore Perrella, La formazione come problema politico
  • 12.00 Dibattito
  • 12.30 Pausa pranzo

DIBATTITO CONCLUSIVO. Quale avvenire per la psicanalisi?

Presiede Davide Natta, Modera Ettore Perrella

  • 14.30 Dibattito
  • 7.30 Chiusura dei lavori

PARTECIPAZIONE GRATUITA CON ISCRIZIONE OBBLIGATORIA

Immagine La Psicanalisi come Arte Liberale. Etica diritto e formazione.