Gratuito

International Exhibition "La Vita dell'Arte"

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

A60 Contemporary Art Space

Via Aosta 17

20155 Milano

Italy

Descrizione evento
International Exhibition "La Vita dell'Arte" Critic_ Maria Chiara Wang Curators_ Emanuele Gregolin, Pengpeng Wang

Informazioni sull'evento

Appare certamente difficile riuscire a ritrovare con serenità lo sguardo e la presenza capaci di relazionarsi, oggi: la lotta che abbiamo dovuto sostenere nei confronti del nemico invisibile che era ed è, il Covid19, ha lasciato su di noi segni indelebili.

Cosa ricorderemo di tutto questo? Quali tracce rimarranno? Ognuno, dentro di sè, profondamente cercherà di dare risposte a questi interrogativi, utilizzando anche le forme della creazione artistica.

L'arte è sempre il sostegno, la struttura, il corpo, la sensibile pelle che l'artista sceglie di creare per relazionarsi con il mondo ma è anche la cura forse più profonda e rassicurante che consente di lenire ciò che la vita offre.

Questa pubblicazione raccoglie il lavoro prezioso di differenti artisti che vivono e lavorano in luoghi molto diversi: Italia, Francia, Svizzera, Germania, Inghilterra, Stati Uniti, Cina.

Hanno deciso di rispondere alla nostra "chiamata", in questo tempo difficile, inviando il loro lavoro da noi selezionato.

Diverse sono le tecniche utilizzate per la realizzazione delle opere che qui abbiamo scelto e pubblicato: disegni, dipinti, incisioni, sculture, fotografie, installazioni e video tracciano un percorso prezioso e sensibile che va difeso, oggi più che mai.

Gli artisti hanno risposto al Bando "La Vita dell'Arte" da noi proposto sentendo profondamente l'urgenza e la preoccupazione che in questi mesi hanno toccato ognuno di noi; ogni opera nella sua diversità è una testimonianza, una posizione, un registro che indica un pensiero preciso. Alcuni artisti hanno voluto proporre alla nostra attenzione opere realizzate prima del 2020 mentre altri, hanno pensato di creare appositamente qualcosa che fosse ancora più aderente al tempo sospeso che tutti stiamo vivendo.

Ognuno ha compiuto una scelta, ha preso una posizione consapevole del fatto che tutto ciò portava ad una responsabilità.

Ecco, questo è ciò che vogliamo sottolineare con forza: l'artista nella sua testimonianza, nel gesto vivente della creazione, deve sentire fortemente la responsabilità del suo "segno".

Mai come nel tempo che stiamo attraversando, la pluralità dei linguaggi è in grado di creare registri emozionali intensissimi e riflessioni capaci di aprire in noi finestre preziose: le immagini di un video ci riportano a vivere situazioni nuove o dimenticate, mentre la pittura ed il disegno fanno brillare la materia nella rivelazione del mistero della presenza del segno. La fotografia riafferma invece nel suo "realismo" l'ambiguità mentre la scultura stimola il nostro bisogno di profondità e sensibile fisicità.

"La Vita dell'Arte", la mostra qui raccontata nelle pagine di questa pubblicazione diventa così un piccolo ma intenso viaggio che si compie anche nella vicinanza con le opere di alcuni grandi artisti viventi del '900 che abbiamo voluto inserire riaffermando il valore di alcune forme, segni e volumi nella pluralità dei linguaggi espressivi.

Emanuele Gregolin

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

A60 Contemporary Art Space

Via Aosta 17

20155 Milano

Italy

Salva questo evento

Evento salvato