CIAK... si scienza!

CIAK... si scienza!

Azioni e Pannello dettagli

In vendita 18 ago 2022 alle 00:00

Località

Città della Scienza

23 Via Simeto

95131 Catania

Italy

Visualizza mappa

Rassegna di cinema tra Scienza e Fantascienza a cura di CSFNSM e Città della Scienza Università di Catania

Informazioni sull'evento

Il suggestivo cortile di Citta della Scienza - Unict si trasforma in un'arena estiva per ospitare la seconda edizione di CIAK...SI SCIENZA rassegna di cinema a tema scientifico che ci accompagnerà in questa calda estate catanese a partire dal 28 luglio e fino a metà settembre.

CIAK...SI SCIENZA porterà lo spettatore in viaggio al confine tra scienza e fantascienza, in un binomio, quello tra Cinema e Scienza particolarmente affascinante.

Non bisogna essere scienziati per apprezzare le pellicole proposte ma avere fame di conoscenza e curiosità per vederle da una prospettiva diversa. E in questo viaggio attraverso matematica, fisica, energetica, farmacologia, astrofisica…. lo spettatore non sarà solo ma accompagnato dalla moderazione di un esperto che lo aiuterà a comprendere cosa e quanto c’è di reale nelle pellicole proiettato.

Cosa è scienza e cosa è fantascienza?! Cosa possiamo imparare dal cinema sulla scienza? Cosa c'è di reale nelle pellicole che verranno proiettate? Cosa potrebbe diventare reale in un futuro prossimo?

Lo scopriremo insieme attraverso la visione del film e il dibattito a seguire.

Tutte le proiezioni, ad ingresso gratuito, avranno inizio alle ore 21:00 nel suggestivo cortile della Città della Scienza - Unict.

La prenotazione è obbligatoria per poter accedere alla visione.

Secondo appuntamento della rassegna CIAK...SI SCIENZA giovedi 4 agosto, con la proiezione del film The Imitation Game di Morten Tyldum.

Il film narra la vita del matematico inglese Alan Turing, genio indiscusso del XX secolo, considerato uno dei padri dell'informatica e dei moderni computer, fino alla sua precoce e tragica scomparsa. Il Prof. Alfredo Pulvirenti, associato di informatica presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell'Ateneo di Catania, sara' il moderato della serata.

Manchester, primi anni '50. Alan Turing, brillante matematico ed esperto di crittografia, viene interrogato dall'agente di polizia che lo ha arrestato per atti osceni. Turing inizia a raccontare la sua storia partendo dall'episodio di maggiore rilevanza pubblica: il periodo, durante la Seconda Guerra Mondiale, in cui fu affidato a lui e ad un piccolo gruppo di cervelloni, fra cui un campione di scacchi e un'esperta di enigmistica, il compito di decrittare il codice Enigma, ideato dai Nazisti per comunicare le loro operazioni militari in forma segreta.

La pellicola, con protagonista Benedict Cumberbatch nel ruolo del matematico e crittoanalista Alan Turing, è l'adattamento cinematografico della biografia del 1983 Alan Turing. Candidato a otto premi Oscar, il film si aggiudica quello per la miglior sceneggiatura non originale.

Il film, ricchissimi di spunti scientifici e sociali, prende il nome dal test di Turing, un criterio per determinare se una macchina sia in grado di pensare che Turing ideò e descrisse nell'articolo Computing machinery and intelligence, apparso nel 1950 sulla rivista Mind. Nell'articolo il matematico prende spunto da un gioco, chiamato "gioco dell'imitazione".

TUTTO ESAURITO PER LA PROIEZIONE DI AGORA'

Il primo appuntamento in programma è previsto per il 28 Luglio, con la proiezione del film AGORA' di Alejandro Amenabar moderato dalla Prof.ssa Adriana Di Stefano Delegata del Rettore alle Pari Opportunità.

Il film, ambientato ad Alessandria d'Egitto nella seconda metà del IV secolo dopo Cristo, narra la storia della giovane Ipazia, figlia del filosofo e geometra Teone, che spicca per acume e spirito di indagine.

Sul finire del IV secolo le tensioni tra cristiani e pagani si accentuano ad Alessandria d'Egitto. La città in cui convivono cristiani, pagani ed ebrei è anche un vivo centro di ricerca scientifica. Vi spicca, per acume e spirito di indagine, la giovane Ipazia, figlia del filosofo e geometra Teone. Ipazia tiene anche una scuola in cui l'allievo Oreste cerca di attirare la sua attenzione. C'è però anche un giovane schiavo, Davus, attratto dalla sua bellezza e dalla sua cultura. Col trascorrere degli anni la tensione tra gli aderenti alle diverse religioni diviene sempre più palese e finisce col divampare vedendo il prevalere dei cristiani i quali godono ormai della compiacenza di Roma (anche se non di quella di Oreste divenuto prefetto). Guidati dal vescovo Cirillo e avvalendosi del braccio armato costituito dai fanatici monaci parabalani, i cristiani riescono ad annullare la presenza delle altre forme di religione e intendono regolare i conti con il pensiero che oggi definiremmo 'laico' di Ipazia.

Il film pone l'accento sul rapporto tra scienza, filosofia e fanatismo religioso e sulle discriminazioni di genere. Tra i temi scientifici trattati lo studio delle orbite dei pianeti e i dubbi sulla validità del sistema tolemaico.

Condividi con gli amici