AL CENTRO DI ROMA:  Donna Olimpia, con M.A. Visceglia

Pannello azioni

AL CENTRO DI ROMA: Donna Olimpia, con M.A. Visceglia

AL CENTRO DI ROMA. STORIA, ARTE, ARCHITETTURA E MUSICA AL VIVE Donna Olimpia. Uno scandalo nella Chiesa? con Maria Antonietta Visceglia

Quando e dove

Data e ora

Località

Palazzo Venezia Via Plebiscito 118 00186 Roma Italy

Mappa e indicazioni

Come arrivare

Informazioni sull'evento

AL CENTRO DI ROMA. STORIA, ARTE, ARCHITETTURA E MUSICA AL VITTORIANO E PALAZZO VENEZIA

Rassegna a cura di Edith Gabrielli

Ciclo Storie di Roma, storie d’Italia, a cura di Francesco Benigno, ordinario di Storia Moderna, Scuola Normale Superiore di Pisa

CONFERENZA

Maria Antonietta Visceglia, Professoressa di Storia Moderna, Università La Sapienza Roma

presenta

Donna Olimpia. Uno scandalo nella Chiesa?

Nella Roma di metà Seicento Olimpia Maidalchini, cognata di Innocenzo X Panfili (1644-1655), divenne il personaggio pubblico più potente e temuto per il suo potere di influenza nella città e nella curia. Perché Olimpia creava scandalo in una città abituata alla venalità e ai privilegi del nepotismo? Forse perché risvegliava con le sue azioni il fantasma della medievale papessa Giovanna assurta nella polemica protestante a emblema della degenerazione del papato romano o forse perché i suoi comportamenti risultavano più appariscenti nella mutata cultura politica del tempo. Divenuta attraverso la penna del libertino Gregorio Leti simbolo del pericolo dell’inversione dei ruoli, Olimpia come mito negativo è passata dalla storia alla letteratura e all’immaginario della Roma barocca.

Maria Antonietta Visceglia già professoressa di Storia Moderna presso l’Università La Sapienza di Roma, socia corrispondente dell’Accademia dei lincei, ha pubblicato numerosi volumi sulla storia economica, politica e sociale dell’età moderna, dedicandosi in particolare alla storia del Papato. Su questo tema ha pubblicato tra l’altro nel 2018 per i tipi Viella il volume La Roma dei papi. La corte e la politica internazionale (secoli XV-XVIII).

STORIE DI ROMA, STORIE D’ITALIA

a cura di Francesco Benigno, ordinario di Storia Moderna, Scuola Normale Superiore di Pisa

Alcuni uomini e donne hanno lasciato un’impronta nella storia di Roma e d’Italia. Personaggi di spicco, leader di partito, papi e imperatori, e non solo. Abbiamo chiesto ad alcuni importanti storici e storiche d’Italia di raccontarne le vicende grandiose e avvincenti o dolorose e drammatiche, ma sempre destinate a segnare una traccia nella memoria della città e del paese. Tra loro veri e propri giganti come Federico Barbarossa e Napoleone Bonaparte, cortigiane ambiziose come Olimpia Maidalchini oppure donne comuni, ma indemoniate, come Veronica. Assieme a loro intellettuali centrali nella storia d’Italia, come Benedetto Croce o capi di partito amati e rispettati, come Enrico Berlinguer o infine pontefici riformatori, come Giovanni XXIII. Tutti e tutte decisivi nel segnare – proprio nel rapporto con Roma - il solco ambiguo e affascinante tra storia e memoria.

in collaborazione con

Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea

Fondazione Gramsci

Per scoprire tutti gli appuntamenti della rassegna:

vive.beniculturali.it