AL CENTRO DI ROMA: Attorno a Nicola Pisano, con Laura Cavazzini

AL CENTRO DI ROMA: Attorno a Nicola Pisano, con Laura Cavazzini

Azioni e Pannello dettagli

Gratuito

Data e ora

Località

Palazzo Venezia

via del Plebiscito 118

00186 Roma

Italy

Visualizza mappa

AL CENTRO DI ROMA. STORIA, ARTE, ARCHITETTURA E MUSICA Attorno a Nicola Pisano e a una piccola testa in pirite con Laura Cavazzini

Informazioni sull'evento

STORIA, ARTE, ARCHITETTURA, STORIA E MUSICA AL VIVE

Rassegna a cura di Edith Gabrielli

Ciclo Messi in luce. Dipinti e sculture di Palazzo Venezia a cura di Silvia Ginzburg, Università di RomaTre

CONFERENZA

Laura Cavazzini, Professoressa ordinaria di Storia dell’arte medievale, Università di Trento

presenta

Attorno a Nicola Pisano e a una piccola testa in pirite appartenuta al Museo Kircheriano

Il Museo di Palazzo Venezia conserva nelle sue collezioni un oggetto curioso: la testa di una giovane donna velata, che potrebbe stare nel palmo di una mano, scolpita in un materiale raro, la pirite, tipico della Maremma e dell’isola d’Elba. Proprio la peculiarità della materia spiega la sua provenienza dal Museo allestito nel Seicento al Collegio Romano per cura del gesuita Athanasius Kircher, vera e propria Wunderkammer, ovvero camera delle meraviglie, dove conservare e esporre i frutti più interessanti e curiosi della natura e dell’arte. Il frammento, di flagrante naturalezza, è stato riferito a Nicola Pisano, il patriarca della scultura gotica italiana. La conferenza affronterà il problema di questa attribuzione, ripercorrendo l’opera del grande maestro, tentando di metterne a fuoco le radici culturali e la posizione nella storia dell’arte europea.

Laura Cavazzini è professoressa ordinaria di Storia dell’arte medievale all’Università di Trento, le sue ricerche sono principalmente rivolte alla scultura gotica toscana e della Valle padana, alla civiltà artistica del Gotico internazionale, al Rinascimento toscano e settentrionale, nonché alla fortuna del Medioevo artistico in Età moderna. Su questi argomenti ha pubblicato libri (Il crepuscolo della scultura medievale in Lombardia, 2004, Donatello, 2005) e numerosi articoli, contribuendo alla realizzazione di mostre (Il fratello di Masaccio, Giovanni di Ser Giovanni detto lo Scheggia, 1999; Masaccio e le origini del Rinascimento, 2002; Il Gotico nelle Alpi a Trento, 2002; Mantegna, 2008; Da Jacopo della Quercia a Donatello. Le arti a Siena nel primo Rinascimento a Siena nel 2010; Arte lombarda dai Visconti agli Sforza. Milano al centro dell’Europa, 2015; Donatello, il Rinascimento 2022), convegni e seminari di studio. Dal 2021 è responsabile nazionale (con Paola Vitolo e Clario Di Fabio) del progetto FISR MemId (Memoria e Identità), sul riuso e il reimpiego della scultura medievale in età moderna.

MESSI IN LUCE. DIPINTI E SCULTURE DI PALAZZO VENEZIA

a cura di Silvia Ginzburg, Università di RomaTre

Il VIVE propone una serie di incontri con storici dell’arte di punta attorno a dipinti e sculture di Palazzo Venezia. Volta a volta un’opera scelta per essere presentata al pubblico viene sottoposta a un’indagine serrata che ne illumina l’iconografia, lo stile, la provenienza, la tecnica, la storia della commissione, ricostruendone il contesto e il significato originari e ripercorrendone le vicende prima della sua entrata nel museo, fino alle ragioni della sua presenza lì. Accanto ad opere celebri di cui verranno svelati aspetti poco noti, come il Doppio ritratto di Giorgione, ne figureranno altre meritevoli di essere rivalutate, destinate alla devozione domestica come il tabernacolo di Michele da Firenze e a un pubblico non aristocratico, come la statua di legno dipinto di Pietro Alamanno; si spazierà poi da una piccola testina di illustre provenienza attribuita a Nicola Pisano ai finissimi marmi rinascimentali di Mino da Fiesole, alla maniera bizzarra del pittore cinquecentesco Lelio Orsi, ai modelli dello scultore Francesco Algardi, al dipinto di Donato Creti, definito da Roberto Longhi il “Watteau bolognese”.

Attraverso il racconto avvincente delle ricerche compiute sull’opera messa in luce, ne viene svelata la storia: come, quando, per chi, con quale funzione è stata creata; che rapporto aveva con il suo contesto; attraverso quali vicende è arrivata fino a noi; come è stata vista attraverso i secoli e come la vediamo oggi, e perché.

Per scoprire tutti gli appuntamenti della rassegna:

vive.beniculturali.it

Condividi con gli amici